5^ Rapporto sulla mortalità di 48 siti inquinati e da bonificare

Sintesi Quinto Rapporto SENTIERI

a cura degli autori

Il Quinto Rapporto SENTIERI è il prodotto del Programma “Un sistema permanente di sorveglianza epidemiologica nei siti contaminati: implementazione dello studio epidemiologico SENTIERI” promosso e finanziato dal Ministero della Salute come Azione Centrale, Progetto CCM 2015.
Sono stati presi in considerazione 45 Siti di interesse per le bonifiche, di cui

  • 38 classificati come Siti di Interesse Nazionale (SIN),
  • 7 riclassificati come di Interesse Regionale (SIR).

(…)

In 45 Siti, in 8 anni (2006-2013), sono state rilevate complessivamente nella popolazione generale

Uomini:

5.267 morti in eccesso rispetto all’atteso per tutte le cause (+4%),

3.375 morti in eccesso per tutti i tumori maligni (+3%),

Donne:

6.725 morti in eccesso per tutte le cause (+5%)

1.910 morti in eccesso per tutti i tumori maligni (+2%)

Nei 22 Siti serviti da Registri Tumori sono stati stimati in 5 anni (periodi diversi a seconda dei registri nell’arco temporale 2006-2013)

Uomini: 1.220 nuovi casi di tumori maligni in eccesso

Donne:  1.425 nuovi casi di tumori maligni in eccesso

In 28 siti serviti da 22 Registri Tumori e 8 Registri Tumori infantili (periodi diversi a seconda dei registri nell’arco temporale 2006-2013) sono stati osservati

1.050 nuovi casi di tumori maligni in bambini, adolescenti e giovani adulti (fonte: clicca qui).

I dati andranno letti ed interpretati, seguendo quanto riportato nel Capitolo Obiettivi e Metodologia, e tenendo conto della Guida alla Lettura.

gallery.630x472.800px_ILVA___Unit_produttiva_di_Taranto___Italy___25_Dec._2007_78661.jpg

La situazione a Taranto

Nel Sito di Taranto, ad esempio, è riportato che «i nati da madri residenti nel periodo 2002-2015 sono stati 25.853; nello stesso periodo sono stati osservati 600 casi con malformazione congenita (MC), con una prevalenza superiore all’atteso calcolato su base regionale (O/A: 109; IC90% 101-116)». Questo vuol dire che i bambini nati con malformazioni sono stati 600 rispetto a una media regionale che ne faceva prevedere 550, con un eccesso del 9%.

Nella sezione dedicata agli Approfondimenti, sono stati trattati temi di interesse specifico: l’inquinamento atmosferico, gli interferenti endocrini, la comunicazione nei siti contaminati, gli inquinanti prioritari, i sistemi informativi locali, le risposte del Servizio Sanitario alle situazioni di crisi ambientale.

Tra le novità del Rapporto si segnalano: l’aumento del numero di Siti studiati, la valutazione di esiti di interesse in sottopopolazioni suscettibili (infantile, adolescenziale, giovani adulti) e lo studio della prevalenza delle malformazioni congenite. A queste si aggiunge l’elaborazione di un prototipo di un piano, inclusivo di linee di azione per una comunicazione corretta ed efficace specifica per i Siti contaminati, che sia di supporto alla sorveglianza.

[ Dal 2012 SENTIERI è parte del SISTAN, Sistema statistico nazionale, rete di soggetti pubblici e privati che fornisce al Paese e a organismi internazionali l’informazione statistica ufficiale. SENTIERI è divenuto un riferimento per lo sviluppo e implementazione di sistemi di sorveglianza epidemiologica su base nazionale delle popolazioni residenti in prossimità di siti contaminati anche in altri Paesi della Regione Europea dell’OMS].