Mamma, vado via. In Mérica

Dopo Buscate, Magnano e il Movimento Terza Età di Castano, il cortometraggio “Mamma, vado via. In Mérica” continua il suo tour: il prossimo appuntamento è al Museo Civico di Castano Primo l’11 giugno 2015 alle 21 organizzato da AUSER- Biblioteca di Castano – Fondazione per leggere.

AUSER-LIBRI2

PS Chi fosse interessato alla proiezione del cortometraggio (durata 40 ‘), può scrivere all’Associazione 5 agosto 1991 all’email cinque891@live.it o direttamente all’autore g.gaviani@alice.it .

La proiezione con presentazione del libro è gratuita.

Locandina_Mamma, vado via

Buona la prima di “Mamma, vado via. In Mérica”. Critiche positive e successo di pubblico

Locandina_Mamma, vado viaPubblico attento e applausi finali. Una bella serata per parlare di un argomento “scottante” in modo non rituale o propagandistico.

Ecco l’introduzione fatta dal Presidente dell’Associazione.

La presentazione di questo cortometraggio cade in un momento drammatico per i fatti successi in Francia e dobbiamo dire due cose in merito.

E’ un fatto gravissimo al quale noi reagiamo con il ragionamento e non con lo sciacallaggio politico che purtroppo abbiamo visto in azione in queste ore.

Non dobbiamo assimilare l’emigrazione al terrorismo. Non lo facciamo perché sappiamo sulla nostra pelle cosa significa “emigrare”: negli Stati Uniti, in Brasile e Argentina e nel Sudamerica dove si è concentrata l’emigrazione italiana attualmente vi sono circa 64,15 milioni di discendenti di emigrati italiani. Praticamente c’è un’altra Italia fuori dall’Italia. Ed ancora in questi ultimi anni (a partire dal 2000) è ripresa una emigrazione di manodopera sopratutto specializzata (solo nel 2012 si calcola che 72.000 persone sono emigrate dall’Italia verso Germania e altri paesi del nord europa). Gli italiani residenti all’estero al 31 dicembre 2010 risultavano 4.115.235 (il 47,8% sono donne).

Quando qualcuno sostiene “Chiudiamo le frontiere all’emigrazione” non capisce che si sta dando la zappa sui piedi. E non possima credere che si possa trasformare il Mediterraneo in un grande cimitero solo per difendere le nostre coste (dal 1988 sono più di 22.000 gli emigranti morti in mare).

Poi c’è il problema della legalità, ma questo non è un problema “degli altri” , ma prima di tutto è un problema nostro, degli italiani. Di legalità ne abbiamo molto bisogno per sconfiggere la piaga nazionale della corruzione.

Sui “diritti civili” ricordo a quelli che parlano ad es. in difesa dei diritti delle donne nel mondo mussulmano, che in Italia è stato tolto solo nel 1981 il “delitto d’onore” che permetteva l’omicidio (sopratutto delle donne) con pene irrisorie.

Lo spirito che ci ispira deve essere quello del premier norvegese Stoltenberg che dopo la strage di Utoya del 2011 disse: “Reagiremo con più democrazia, più apertura e più diritti” non facciamoci prendere dal vortice dell’intolleranza, dell’odio che porta solo alla violenza.

Buone feste e ricordate…

Ai Soci ed ai simpatizzanti in particolare, ma anche a tutti i lettori di questo blog, auguro buone feste e fine anno. L’anno prossimo sarà ricco di iniziative a partire dal 10 gennaio con la prima proiezione ufficiale del cortometraggio “Mamma, vado via. In Mérica” alle 17 in Sala Civica; poi, il 30 gennaio commemoriamo il Giorno della memoria alle 21 in Sala Civica con il prof. Giancarlo Restelli che parlerà sulle origini dell’antisemitismo e sarà accompagnato dal coro D’altro Canto di Magenta che interpreterà canzoni dei lager. Auguri a tutti. VolantinocortometraggioMiavovia

***********************************************

Giorno_Memoria_2015

E’ ufficialmente disponibile il cortometraggio “Mamma, vado via. In Mérica”

Trailer del cortometraggio

Mamma, vado via. In Mérica

Da un’idea di Guglielmo Gaviani

Attori in ordine di apparizione: Mauro Martinenghi, Lucia Dumi, Nora Picetti, Riccardo Colombini, Annalisa Restelli, Stefano Spiniello, Sara Zoia.  
 
Riprese audio e video. Editing video: Cristiano Piattoni, Valeria Valli  
 
Musiche:Il Sirio” è eseguita dai Baraban. Arrangiamento e adattamento di Aurelio Citelli e Paolo Ronzio.Mérica, Mérica” è una registrazione originale di Guglielmo Gaviani e Marisa Pisoni effettuate a Buscate nel dicembre 1980 e gennaio 1981, informatrici Angela Gianella (Panöa), Giuseppina Merlotti (Pinéta)  
 
Location riprese: Circolo Sociale Ricreativo, Buscate Museo Civico, Cuggiono Chiesa di San Vittore, Robecchetto Istituto Santa Marta, Castelletto di Cuggiono, Strada vicinale Traversagnetta  
 
Citazioni fotografiche: Angelo Tommasi (1858-1923) “Gli emigranti”, Galleria di Arte Moderna di Roma. Lewis Wickes Hine (1874–1940). Foto varie sulla condizione degli immigrati italiani in America. Biblioteca del Congresso.
 
Progetto culturale. Il progetto complessivo promosso dall’Associazione di promozione sociale e culturale 5 agosto 1991 di Buscate comprende una mostra intitolata “San Lui Mo” di 28 pannelli divulgativi e con linguaggio adatto ad un pubblico vasto, il libro “Mi
a vö via” che analizza le motivazioni dell’emigrazione e il cortometraggio “Mamma vado via. In Mérica”.
 
© 28 settembre 2014 Canale YouTube Buscateblog
 
Locandina_Mamma, vado via
 
Mamma vado via. In Mérica di Guglielmo Gaviani è distribuito con Licenza Creative Commons Attribuzione – Non commerciale – Condividi allo stesso modo 4.0 InternazionaleBased on a work at http://adamelk.blogspot.it/2014/07/lultima-follia-un-cortometraggio.html.